L'interno del ristorante
Calasetta - Isola di Sant'Antioco
Porticciolo di Calasetta
Calasetta - Isola di Sant'Antioco
Spaghetti alla Bottarga
Calasetta - Isola di Sant'Antioco
Piatto com pesce e pomodori
Calasetta - Isola di Sant'Antioco
arselle
Calasetta - Isola di Sant'Antioco
Porticciolo di Calasetta
Calasetta - Isola di Sant'Antioco
Arselle
Porticciolo di Calasetta
Piatto com pesce e pomodori

Il ristorante del pesce

Specialità di mare

Prenotazioni

Tel: +39 0781 88483
Cell.: +39 334 3502843
info@ristorante-perla.it

Come arrivare

Lungomare Cristoforo Colombo 16

09011 Calasetta - Isola di Sant'Antioco

Sardegna/Italia

Orari

giovedì - martedi 12:00 - 15:00, 19:30 - 23:00
mercoledì 19:30 - 23:00
La mia filosofia è semplice:
dare importanza ai contatti umani, senso dell'umorismo,
sincerità e calore mi stanno particolarmente a cuore.
N.C.
Donatello

Specialità di mare

"Perla" a Calasetta è semplicemente il ristorante di Donatello e questo nome dice tutto. L'uomo di cultura associa subito il nome di Donatello al David, magnifica scultura bronzea conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo.

Sì, Donatello il celebre scultore fiorentino, ma non vogliamo offendere nessuno men che meno un artista di questo calibro. Tuttavia il nostro Donatello ha quel nome importante e nel suo genere anche lui è senz'altro un artista in cucina.

I fornelli non cuociono i cibi, ma parlano con loro, li accolgono solamente se sono genuini, freschi, semplici, biologici, ottimi e se li coccolano nelle pentole. La mano artista di Donatello fa il resto. La freschezza e la genuinità prima di tutto, per questo prepara la giornata del giorno dopo con minuziosa attenzione.

Pesce fresco di mare

La mattina presto per ricevere il pescato migliore all’arrivo dalle barche in banchina, poi dall'ortolano per le verdure di stagione, quindi in cucina per organizzare il tutto ai fornelli.

I piatti sono opere d'arte dai gusti e profumi intensi e piacevoli. La zuppa di cozze al profumo d’alloro invita alla "scarpetta" i più assidui assertori del galateo a tavola.

Gli antipasti soddisfano il palato dei migliori buongustai: ostriche, scampi, tonno, bottarga, anemoni... e la varie sorprese del giorno stuzzicano l'ospite oltremodo.

In ristorante - il menu

Dai vari tavoli è un susseguirsi dinocchiate curiose degli ospiti verso le portate dei camerieri perché i profumi e la policromia delle pietanze imbarazza non poco la scelta e mette in difficoltà non solo chi arriva per la prima volta, ma anche colui che diventa un abitueè. I primi piatti sono una delizia, la varietà è bella ma da Donatello si va oltre, perché vorresti assaggiarli proprio tutti. Poi ti rendi conto che tutte le cose belle vanno apprezzate una vota ed allora ritorni in via Lungomare Cristoforo Colombo, 16. Ti siedi in quel tavolino, il tuo.

Subito si avvicina un simpatico ragazzo ed una bella signorina, ma tu li anticipi dicendo: "faccia lei, il menù non ci serve". Con un sorriso grande come l'ospitalità della Sardegna ricevi il grazie solare e... vai con un prosecco o uno sfizioso aperitivo, mentre sullo sfondo puoi goderti un quadro meraviglioso: il passaggio del traghetto illuminato che si riflette sullo specchio d'acqua di un mare stupendo che la luna rende ancor più bello tingendo il tutto d'argento. Momenti estremamente piacevoli seduti comodamente a tavola.

Se poi l'orchestrina paesana che suona sulla piazza ti accompagna con una musichetta dei "tuoi tempi", allora Donatello si pavoneggia e ti complimenta: "I miei piatti rinvigoriscono le persone". Non lo dice a caso, perche gli ospiti incominciano a parlare tra loro con trasporto dicendo: "che bello quel giorno quando in bicicletta..." ed i ricordi vanno indietro all'età di diciotto e vent'anni e la fantasia già accompagna i giorni dell’estate.

Ma non è finito perché i secondi ed i contorni colorano i piatti e le portate di pesce dal gusto indescrivibile con i profumi della cucina mediterranea, semplice e gustosa, sfoggiando gamberoni. Aragoste, astici, orate, spigole, capponi, calamari, seppie ghiozzi etc...

Una frutta, un dolce, un frappè, un gelato e la serata sarà indimenticabile. Potrai raccontare tutto quel che vorrai, ma quando tornerai nella tua città dirai: "A Calasetta ho lasciato il cuore, ma la cucina di Donatello la porto con me".

Quel profumo di fresco, di mare spumeggiante che si infrange su quei piatti è il ricordo più bello. Sì, il mare è nei piatti di Donatello e lo scroscio di quelle acque limpide e smeralde sembra viva su quei tavolini doviziosamente apparecchiati, circondati da un giardino di fiori variopinti e di verde.

La notte non finisce mai, le luci della Torre Saracena che domina dall'alto rievocano la storia di Calasetta che fu.